Questo sito contribuisce alla audience di

Guido delle Colònne

poeta italiano (Messina ca. 1210-ca. 1280). In veste di giudice, a cominciare dal 1243 sottoscrisse numerosi atti; improbabile la sua identificazione con l'omonimo autore dell'Historia destructionis Troiae, rimaneggiamento in latino del Roman de Troie di Benoît de Sainte-Maure. Il suo piccolo canzoniere comprende 5 canzoni, due delle quali furono ammirate da Dante come modello di suprema constructio. In effetti Guido delle Colonne raggiunge i vertici della scuola poetica siciliana per la sua eccezionale perizia retorica, che si traduce in un comporre complesso ed ermetico, ricco di rime difficili e di ardite metafore. Inoltre, per i suoi interessi naturalistici, espressi in una fitta serie di immagini scientifiche, Guido delle Colonne anticipa la tematica di Guinizzelli.