Questo sito contribuisce alla audience di

Heyduk, Adolf

poeta ceco (Predhradí, Rychmburk, 1835-Písek 1923). Nella sua vasta opera (più di 60 volumi di versi) prevale una lirica intimistica ispirata alla natura. Nel genere epico descrisse suggestivamente il paesaggio della Selva Boema: Sotto la pietra di Vítek, 1885; Il taglialegna, 1880. Suoi capolavori rimangono Le melodie zingaresche, musicate da A. Dvorák, Cembalo e violino, 1876, e l'allegoria fiabesca L'eredità del nonno, 1879.

Media


Non sono presenti media correlati