Questo sito contribuisce alla audience di

Iagellóni

dinastia regnante in Lituania e in Polonia tra il sec. XIV e il XVI. Capostipite è il granduca lituano Gedimino (1341), il cui nipote Iagiello (da cui Iagellone), granduca di Lituania, divenne re di Polonia (1386) col nome di Ladislao II in seguito al suo matrimonio con Edvige d'Angiò (che i Polacchi avevano chiamata al trono). L'unione delle due corone di Polonia e Lituania fece degli Iagelloni la maggior forza militare dell'Oriente europeo e li preparò all'espansione politico-culturale verso est dei secoli successivi. Figli di Ladislao II furono Ladislao III, Casimiro IV, il cui nipote, Sigismondo II Augusto, figlio di Sigismondo I e di Bona Sforza, morì senza eredi ponendo fine alla dinastia; un altro figlio di Casimiro IV, Ladislao, divenne re di Boemia e di Ungheria (Ladislao II). Uomini per lo più di larghe vedute, interessati alla sorte del Paese, alieni dall'assolutismo e rispettosi dei diritti della grande e piccola nobiltà, gli Iagelloni seppero governare, guerreggiare (quando occorreva) e promuovere il progresso culturale.

Media


Non sono presenti media correlati