Questo sito contribuisce alla audience di

Inni alla nòtte

(Hymnen an die Nacht). Inni composti da Novalis nel 1797-99, parte in prosa ritmica parte in versi, e pubblicati sull'Athenäum nel 1800. Rappresentano uno dei testi-chiave del romanticismo tedesco. Il dolore per la morte della fidanzata Sophie, “sacerdotessa dei cuori”, si dilata a un sovrapersonale desiderio di morte e di mistica comunione col principio materno della notte dominata da Cristo. L'influsso del pietismo e del filosofo Böhme è qui vistoso.

Media


Non sono presenti media correlati