Questo sito contribuisce alla audience di

Ivanovo (provincia)

(Ivanovskaja oblast’). Provincia della Russia occidentale, 23.900 km², 1.099.908 ab. (stima 2006), 46 ab./km², capoluogo: Ivanovo. Confini: province di Kostroma, Nižegorod, Vladimir e Jaroslavl'.

Si estende su una regione pianeggiante e a tratti ondulata, limitata dai fiumi Volga e Kljazma e attraversata dai fiumi Nerl, Uvod e Teza. La vegetazione è quella tipica della taiga europea, e le foreste occupano circa il 40% della superficie totale del territorio. Il clima è di tipo continentale temperato.L'agricoltura (cereali, tabacco) è rivolta soprattutto al soddisfacimento del fabbisogno locale, così come l'allevamento bovino. Altre risorse economiche per gli abitanti sono lo sfruttamento forestale e del sottosuolo (torba, materiali da costruzione: sabbia, prodotti silicati, argilla); le industrie, principalmente tessili, ma anche chimiche e di lavorazione del legno, sono concentrate nel capoluogo e nelle città di Kinešma, Šuja, Vičuga, Tejkovo e Furmanov. Ulteriore risorsa è la presenza di notevoli risorse idriche sotterranee. Il capoluogo è sede di una delle più importanti basi dell'aeronautica militare russa: Ivanovo-Severny. La provincia può contare anche sul crescente sviluppo del settore turistico, dovuto alla presenza di città molto antiche (Plës, situata lungo le rive del Volga e Paleh, città dove ebbe origine l'omonima tradizione artigianale delle miniature laccate e antico luogo di produzione di icone) facenti parte del cosiddetto Anello d'Oro, un gruppo di antiche città-museo disposte a cerchio intorno a Mosca. § Ivanovo viene menzionata per la prima volta nel 1561. Fin da quell'epoca la sua storia fu legata alla tessitura e alla lavorazione del lino. Nel XIX sec. qui si lavorava la maggior parte del cotone della Russia. Alla fine del secolo venne creato qui un distretto industriale (Ivanovo-Voznesenk) specializzato nella fabbricazione di tessuti in cotone e lino. Ancora oggi il capoluogo è noto anche come “Città delle Spose”, in quanto il lavoro nell'industria tessile era svolto principalmente da donne. Altre città importanti sono Kinešma, Šuja, Vičuga e la città turistica di Plës.

Media


Non sono presenti media correlati