Questo sito contribuisce alla audience di

Jespers, Oscar

scultore belga (Anversa 1887-Bruxelles 1970). Influenzato da A. Rodin e soprattutto da R. Wouters, per il cui tramite approdò alla poetica cubista, Jespers giunse a una sua espressione definita nel corso degli anni Trenta con una serie di opere di impronta espressionistica, possenti statue monolitiche di forte essenzializzazione formale condotta attraverso una rigorosa geometrizzazione (Sant'Antonio, 1934, New York, Museum of Modern Art). Dopo il 1937-38 l'artista condusse la sua ispirazione verso più precisi riscontri naturalistici. Il carattere monumentale della sua opera ne favorì l'integrazione con l'architettura (compose grandi rilievi in legno e in rame). Dal 1927 fu professore alla Scuola Superiore di Architettura e Arti Decorative di Bruxelles.

Media


Non sono presenti media correlati