Questo sito contribuisce alla audience di

Kapuscinski, Ryszard

scrittore polacco (Pinsk 1932-Varsavia 2007). Redattore dell'agenzia di stampa polacca PAP fino al 1981, ha riversato nella produzione narrativa e saggistica la sua esperienza di corrispondente per l'estero. Le sue opere più apprezzate fondono la struttura del romanzo con il reportage, come La prima guerra del football e altre guerre di poveri (1978), Un altro giorno di vita (1980), Shah-in-Shah (1982), analisi della rivoluzione islamica in Iran e Il negus. Splendori e miserie di un autocrate (1983), profilo originale dell'imperatore etiopico Haylasellase I, attraverso le testimonianze dei suoi collaboratori e oppositori. Dopo il libro di meditazioni Lapidarium (1990),Kapuscinski ha pubblicato Imperium (1993), la sua opera migliore, ancora un reportage, questa volta all'interno dell'Unione Sovietica negli anni del crollo del comunismo. Anche il problema del Terzo Mondo è stato spesso oggetto delle riflessioni dell'autore, in particolare in Ebano (1999), crudo e particolareggiato viaggio tra i luoghi comuni del continente africano e i suoi orrori, come la diffusione delle malattie infettive e le innumerevoli guerre civili. Nel 2002 pubblica Dall'Africae nel 2004 la raccolta di versi Taccuino d'appunti e nel 2006 Autoritratto di un reporter.

Media


Non sono presenti media correlati