Questo sito contribuisce alla audience di

Karṇa

uno dei protagonisti del Mahābhārata. Figlio naturale del Sole e di Kuntī, madre dei Pānḍava, venne da lei abbandonato dopo la nascita. Fu trovato e allevato da un umile auriga, che, del tutto ignorante delle ascendenze divine del fanciullo, lo amò, riamato, come un figlio. Karṇa soffrì innumerevoli insulti da parte dei suoi fratellastri Pānḍava, che lo pensavano figlio d'uno stalliere; finché divenne generale dell'opposta fazione Kaurava. Conobbe dalla madre pentita la sua vera identità solo alla vigilia della battaglia decisiva, ma rifiutò d'abbandonare i suoi compagni. Il giorno dopo fu ucciso con l'inganno dal fratellastro Arjuna.

Media


Non sono presenti media correlati