Questo sito contribuisce alla audience di

Kardos, Tibor

saggista e storico della letteratura ungherese (Pécs 1907-Budapest 1973). Coltivò la saggistica nello stile di una creazione artistica. Ordinario di letteratura italiana all'Università di Budapest, fu il più profondo e fecondo studioso dei rapporti culturali italo-ungheresi, soprattutto dell'umanesimo e del rinascimento. Per la storia letteraria ungherese sono importantissimi i suoi studi sull'origine ussitica delle prime traduzioni bibliche ungheresi, sul poeta umanista Janus Pannonius, sull'umanesimo alla corte di Mattia Corvino. Curò con un gruppo di discepoli e collaboratori l'edizione di tutte le opere di Dante, un corpus dei più antichi lavori teatrali ungheresi, e pubblicò lavori monografici su La cultura e la poesia del Medioevo (1941), su L'età dell'umanesimo in Ungheria (1955) e su La “bella storia” di Árgirus (1967), un'avvincente ricerca delle fonti di questo importante racconto della letteratura ungherese. Tradusse e pubblicò numerosi saggi in italiano.

Media


Non sono presenti media correlati