Questo sito contribuisce alla audience di

Kranjčević, Silvije Strahimir

poeta croato (Segna 1865-Sarajevo 1908). Abbandonati gli studi teologici, si dedicò all'insegnamento e al giornalismo. Fu la figura poetica più significativa del realismo croato. Scrisse poesie liriche, un oratorio sacro (Il primo peccato, 1893), bozzetti e racconti (Prosa poetica, postuma, 1912), saggi e articoli critici pubblicati su giornali e ristampati nelle Opere (postume, 1934, 4 vol.). Gli esordi poetici di Kranjčević sono raccolti nelle Nenie (1885), dagli accenti patriottici e riecheggianti moduli romantici. Nelle opere poetiche successive, il poemetto L'ultimo Adamo (1896), le Poesie scelte (1898), gli Spasimi (1902) e le Poesie (postume, 1909), si riflette la personalità complessa di Kranjčević in cui il pessimismo critico non soffoca la fiamma della rivolta sociale, la fede nel trionfo del lavoro, quindi dell'uomo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti