Questo sito contribuisce alla audience di

Kuncewiczowa, Maria

scrittrice polacca (Samara, 1899-Kazimierz Dolny, 1989). Esponente della corrente psicologica e di costume della narrativa contemporanea, ha scritto romanzi (La straniera, 1936; Il boscaiolo, 1957; Tristano 1946, 1967), che si distinguono per la sottile ironia, per il lirismo e per l'introspezione psicologica dei personaggi, raccolte di racconti (Due lune, 1933) e volumi di saggi letterari. Tra le opere successive: I fantasmi (1971), Natura (1974), Fantasia polacca (1979), Quell'altro sguardo (1980), il racconto autobiografico Diapositive. Appunti italiani (1985) e Lettere a Jeray.

Media


Non sono presenti media correlati