Questo sito contribuisce alla audience di

Kurek, Jalu

scrittore polacco (Cracovia 1904-Naprawa, nei pressi di Zakopane, 1983). Esponente dell'avanguardia di Cracovia, che aveva accolto il programma del futurismo italiano, e amico egli stesso di Marinetti, combinò nelle sue poesie – raccolte nei volumi Canicola (1925), L'albero del dolore (1938) – motivi lirici e sentimentali con motivi bizzarri uniti all'esaltazione della civiltà moderna. L'interesse per temi sociali gli ispirò alcuni romanzi di un vigoroso realismo: L'influenza infierisce a Naprawa (1934), Acqua più alta (1935), Janosik (1945-48). Pubblicò anche Il libro dei Tatra (1955 e 1978), raccolte di racconti su Zakopane e i suoi abitanti, diverse liriche introspettive (Cartoline, 1974; Dio del mio cuore, 1983) e il romanzo Bestia (1973).

Media


Non sono presenti media correlati