Questo sito contribuisce alla audience di

Lìscia

comune in provincia di Chieti (100 km), 740 m s.m., 8,02 km², 813 ab. (lisciani), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre e 8 maggio).

Centro del Subappennino frentano, presso la riva sinistra del fiume Treste. Noto con il nome di Lisile dal sec. XIV, divenne (1652) possesso dei Di Capua, quindi fu annesso alla Contea di Monteodorisio, dei D'Avalos. Nel territorio è la grotta di Sant'Angelo, antico luogo di culto e meta di numerosi pellegrinaggi.§ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, ortaggi, frutta, olive, uva da vino) e sull'allevamento ovino, bovino e suino (con produzione di salumi).

Media


Non sono presenti media correlati