Questo sito contribuisce alla audience di

Lóndra, trattati e conferènze di-

accordi e convegni internazionali che hanno avuto come sede la città di Londra; se ne ricordano i più importanti in ordine cronologico. § 1518: Francesco I ed Enrico VIII concludono un trattato di “pace, alleanza, lega e confederazione”. § 2 agosto 1718: viene firmato il Patto della “quadruplice alleanza”. § 1815: conferenza di ambasciatori per decidere misure contro il commercio degli schiavi e la pirateria. § 1827-32: Francia, Gran Bretagna e Russia regolano i rapporti tra Turchia e Grecia, stabiliscono il Regno di Grecia con il principe Ottone di Baviera come re. § 4 novembre 1830: inizia una conferenza per riconoscere l'indipendenza del Belgio dall'Olanda, con Leopoldo di Coburgo re (1831). La decisione fu contestata dall'Olanda fino al 1839. § 22 aprile 1834: si costituisce una “quadruplice alleanza” fra Gran Bretagna, Francia, Spagna e Portogallo contro le pretese di Don Carlos al trono di Spagna e di Don Miguel a quello di Portogallo. § 13 luglio 1841: firma della Convenzione sugli Stretti; i Dardanelli vengono chiusi alle navi da guerra straniere. § 29 maggio 1845: Francia e Gran Bretagna firmano un trattato contro la tratta degli schiavi. § 8 maggio 1852: Austria, Francia, Gran Bretagna, Prussia, Russia, Svezia, Danimarca e Norvegia si accordano sulla successione al trono di Danimarca a favore dei duchi di Schleswig-Holstein. § 11 maggio 1867: le maggiori potenze europee riconoscono e garantiscono la neutralità del Lussemburgo. § 13 marzo 1871: Gran Bretagna, Germania del Nord, Austria-Ungheria, Francia, Italia, Russia e Turchia si accordano per rivedere il Trattato di Parigi del 1856 sulla navigazione nel Mare del Nord, nei Dardanelli e Bosforo e sul Danubio. § Febbraio-marzo 1883: i Paesi interessati alla navigazione sul Danubio convengono sulla relativa regolamentazione. § 27 febbraio 1884: firma di un accordo tra Gran Bretagna e Repubblica del Sudafrica, cui si garantisce autonomia nella politica interna. § 1885: regolamento sull'amministrazione finanziaria dell'Egitto. § 21 marzo 1899: delimitazione degli interessi coloniali inglesi (Nilo) da quelli francesi (Niger). Si chiude così l'incidente di Fascioda. § 1908-09: conferenza navale per i problemi della navigazione in guerra: si conclude con la Dichiarazione di Londra. § 3 dicembre 1912-30 maggio 1913: dopo la prima guerra dei Balcani la Turchia abbandona i territori sul continente europeo, eccetto Costantinopoli e retroterra. Sospesa e poi riconvocata, lo scoppio della seconda guerra dei Balcani (29 giugno 1913) annulla gli accordi. § 26 aprile 1915: viene stipulato un trattato segreto tra Gran Bretagna, Francia, Russia e Italia con cui quest'ultima si impegnava a entrare in guerra entro un mese a fianco delle potenze dell'Intesa. In forza di esso l'Italia avrebbe avuto alla fine della guerra il Trentino, il Tirolo austriaco sino al confine alpino, Trieste, la Dalmazia settentrionale (eccettuata Fiume), le isole di Lussino, Lagosa e Cherso, una parte del territorio albanese attorno a Valona, la zona di Adalia in Asia Minore, alcune rettifiche di possedimenti in Africa ed eventuali territori coloniali sottratti alla Germania. Il trattato stabiliva inoltre che la Santa Sede sarebbe stata esclusa dalla futura conferenza di pace. § 1921-22: si tengono quattro conferenze consecutive per risolvere i problemi economici e finanziari lasciati dalla prima guerra mondiale. § 22 aprile 1930: un trattato navale stabilisce limitazioni al tonnellaggio da guerra. Gran Bretagna, Stati Uniti e Giappone accettano la limitazione nelle proporzioni 10-10-7; Francia e Italia rifiutano di firmare. § 1933: inconclusiva conferenza economica dei Paesi della Società delle Nazioni. § 25 marzo 1936: Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia si accordano per una limitazione qualitativa delle costruzioni navali belliche. § 12 giugno 1946: apertura della prima sessione delle Nazioni Unite; Trygve Lie è eletto segretario generale. Iniziano i lavori del Consiglio di Sicurezza e di quello per gli Affari Economici e Sociali. § 28 settembre-3 ottobre 1954: le nove potenze interessate decidono la fine del regime di occupazione della Germania Ovest e l'ammissione di questa e dell'Italia al Patto di Bruxelles. La Gran Bretagna si impegna a mantenere 4 divisioni sul continente (per 44 anni) e la Germania a non tentare con la forza la riunificazione del Paese. § 16-23 agosto 1956: dopo la nazionalizzazione del Canale di Suez ventidue nazioni offrono all'Egitto (che rifiuta) garanzie internazionali per l'uso del canale. Una seconda conferenza (settembre) propone un'associazione dei Paesi interessati, ma lo scoppio della guerra con Israele annulla ogni possibilità di ulteriori trattative. § 19 febbraio 1959: accordo sottoscritto dai primi ministri britannico, turco, greco, e dai rappresentanti delle due comunità cipriote. L'accordo, che recepisce il testo siglato a Zurigo l'11 febbraio, prevede la tutela degli interessi inglesi a Cipro, la rinuncia dei governi greco e turco a qualsiasi pretesa sull'isola, l'auspicio della formazione di uno Stato indipendente rispettoso dell'identità delle due comunità.