Questo sito contribuisce alla audience di

Langlands and Bell

artisti inglesi (Langlands Ben, Londra 1955; Bell Nikki, Londra 1959). Nel 1977, Langlands and Bell studiano entrambi presso il Middlesex Polytechnic di Londra e, un anno più tardi, decidono di dare vita al loro sodalizio artistico. Il 1978 è anche l'anno in cui propongono per la prima volta al pubblico le loro opere, partecipando alla rassegna Red Ashes, organizzata dall'Università di Reading (Berkshire). Nel 1980 conseguono il diploma di laurea in Belle Arti. Il percorso artistico seguito dai Langlands and Bell ha spesso indotto a parlare di loro come di artisti/architetti e, in effetti, la loro opera può essere vista come un'archeologia dell'ideologia nascosta dell'architettura, cioè dei sistemi e delle convinzioni sottese a questa forma di espressione creativa. Quel che Langlands and Bell cercano di dimostrare è il carattere non architettonico dell'essenza dell'architettura, che rappresenta un mezzo non strumentale ma formativo per raggiungere determinati risultati veicolando particolari messaggi. I lavori di Langlands and Bell si richiamano con frequenza al modernismo e la perfezione tecnica e l'autorevolezza nitida e ascetica delle loro opere non si propongono come una parodia dell'austerità modernista, ma come una parte di quell'estetica. Fra le più importanti mostre personali, ricordiamo: Traces of Living (Londra, 1986), Surrounding Time (Bruxelles e Francoforte, 1991), Clôture et Identité (Basilea, 1996) e la grande antologica Langlands & Bell (Londra, Bielefeld, Palermo, New York, 1996-97). Fra le partecipazioni a rassegne ed esposizioni collettive ricordiamo invece: Twenty Years of British Art from the Sackner Archive (Miami, 1988), Loving Correspondance (New York, 1990), Contemporary British Art in Print (Edimburgo, 1995), Architecture(s) (Bordeaux, 1995), Architecture as Metaphor (New York, 1997), XLVII Esposizione Internazionale d’Arte de La Biennale di Venezia (Venezia, 1997).

Media


Non sono presenti media correlati