Questo sito contribuisce alla audience di

Voysey, Charles Francis Annesley

architetto e designer inglese (Hessle 1857-Winchester 1941). La sua prima attività (1880-93) fu influenzata da Mackmurdo (disegni per tessuti, tappezzerie e carte da parati per la Essex Company, con motivi stilizzati di piante e animali). Dal 1888 data l'inizio dell'attività di architetto di Voysey, dedicata al tema della casa d'abitazione e della casa di campagna, per le quali spesso disegnò anche l'arredamento. Si ricordano a Londra l'edificio di Bedford Park (1888-91) e lo studio in West Kensington (1891); la casa di campagna Perricroft a Colwall (1893), prima di una serie che si concluse con la casa “The Orchard” a Chorleywood (1900), che Voysey costruì e arredò per sé. L'architettura di Voysey mirava a un'organica integrazione tra l'edificio e l'ambiente, nel recupero di quanto di meglio offriva la tradizione inglese dell'abitazione privata (dai cottages alle manor houses), con un gusto delle linee semplici e dei materiali tradizionali in tutta la loro schiettezza. Questa linea, sostanzialmente estranea al filone Art Nouveau e che approda invece a precorrimenti razionalisti, ebbe notevole influsso non solo in Inghilterra ma anche sullo shingle-style americano. Voysey occupa inoltre un posto importante tra i pionieri del Movimento Moderno per la sua lucida concezione del design come progettazione (si vedano i suoi mobili, dal 1893 in avanti, di linea semplice e funzionale, in legni naturali, con sobrie ed eleganti applicazioni in metallo).

Media


Non sono presenti media correlati