Questo sito contribuisce alla audience di

Latinovits, Zoltán

attore cinematografico, teatrale e televisivo ungherese (Budapest 1932-presso il lago Balaton 1976). In dieci anni sostenne un centinaio di interpretazioni per il grande e il piccolo schermo e sulle scene. In cinema fu tra gli interpreti drammatici favoriti sia di M. Jancsó (Sciogliere e legare, 1963; I disperati di Sándor, 1966; Silenzio e grido, 1968), sia di A. Kovács (Giorni freddi, 1966; I muri, 1968; Terra incolta, 1972), ma si rivelò anche attore brillante nella commedia, come dimostrò con lo spassoso ufficiale maniaco della Famiglia Tót (1970) di Z. Fábri.

Media


Non sono presenti media correlati