Questo sito contribuisce alla audience di

Libànio

(greco Libánios), retore greco (Antiochia 314-ca. 395). Tenne scuola di eloquenza a Costantinopoli, Nicea, Nicomedia e Atene per fissarsi infine, verso i quarant'anni, nella sua città natale. Ebbe grandissima fama di oratore e godette dell'amicizia dell'imperatore Giuliano, cui lo legavano anche i propositi di difesa della grecità e di restaurazione del paganesimo; tra i suoi ammiratori furono però anche molti cristiani, quale per esempio il suo allievo Giovanni Crisostomo. Scrisse 65 orazioni, dettate per lo più da eventi contemporanei, e quasi 1600 lettere, tutte opere importanti per le notizie sui tempi dell'autore. Lo stile è del più puro atticismo.

Media


Non sono presenti media correlati