Questo sito contribuisce alla audience di

Lodi, ceràmica di-

manifattura di ceramica artistica attiva fin dal sec. XVII nella città di Lodi. La produzione di maioliche si sviluppò a partire dal 1641 con l'apertura della manifattura Cappelletti, proseguendo nel Settecento grazie all'attività delle fabbriche delle famiglie Tavazzi e Rossetti. La caratteristica peculiare di questo tipo di ceramica sono le decorazioni policrome su smalto bianco-latte di soggetto vario: paesaggi, motivi cinesi, figure zoomorfe, nature morte con frutta e foglie e complesse variazioni degli stili rayonnant e a grottesche. Ogni manifattura ideò inoltre proprie decorazioni: le fornaci Cappelletti e Rossetti realizzarono sino al 1787 pregevoli pezzi “a gran fuoco” decorati con motivi in blu o delicatamente policromi ispirati al repertorio di Moustiers e di Rouen; la fabbrica Ferretti si specializzò in ceramiche, chiamate “Vecchia Lodi”, con raffinate decorazioni policrome “a piccolo fuoco” di soggetto floreale.