Questo sito contribuisce alla audience di

Mòio della Civitèlla

comune in provincia di Salerno (95 km), 515 m s.m., 16,94 km², 1823 ab. (moiesi), patrono: santa Veneranda (25 luglio).

Comune del basso Cilento, esteso nell'alta valle del torrente Badolato e compreso nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano; sede comunale è Pellare. Il territorio, abitato già in epoca greca e romana, nel Medioevo appartenne probabilmente a Vallo della Lucania, mentre nel sec. XVIII risulta possesso dei Pepe. Sulla sommità di un colle si trovano i resti di mura greche, forse appartenenti a una rocca dipendente da Elea. § L'agricoltura produce uva (vini del Cilento DOC), olive e cereali, ed è praticato l'allevamento bovino, ovino e suino.