Questo sito contribuisce alla audience di

Mòntis, Kòstas

poeta e scrittore cipriota (Famagosta 1914). Studiò legge ad Atene, ma a causa delle sue idee progressiste non esercitò mai la professione di avvocato. Nel 1939 esordì con Camilla e altri racconti, cui seguirono Umile vita (racconti, 1944), Il partigiano di Ossa (opera teatrale, 1944), Minima (poesie, 1946), Attimi (1958), Porte chiuse (cronaca, 1964), All'uomo sconosciuto (poesie, 1968). Militò nell'E.O.K.A. (Oganizzazione Nazionale di Combattenti Ciprioti), lottando per l'indipendenza di Cipro. La sua poesia è epigrammatica e affronta problematiche sociali e filosofiche.