Questo sito contribuisce alla audience di

Maierato

comune in provincia di Vibo Valentia (11 km), 258 m s.m., 39,88 km², 2256 ab. (maieratani), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro del monte Poro, posto su un affluente di sinistra del fiume Angitola. Di probabile fondazione greca, fu casale della Baronia di Roccangitola e seguì successivamente le vicende feudali di Mileto, passando da Ruggero di Lauria ai Sanseverino di Marsico, ai Mendoza e ai Silva. Distrutto completamente dal terremoto del 1783, fu riedificato nello stesso luogo. La parrocchiale di San Rocco è una costruzione medievale, profondamente ristrutturata dopo il 1783; la facciata è fiancheggiata da una torre campanaria cuspidata. § Le principali attività economiche sono rappresentate dall'agricoltura (cereali, ortaggi, olive, uva e agrumi), dall'allevamento e dal commercio dei prodotti agricoli. L'industria opera nel settore dei laterizi; resiste ancora la produzione artigianale delle brocche in creta. § Nel territorio comunale si trova l'oasi naturale del lago dell'Angitola, istituita nel 1975 e gestita dal WWF, una delle più importanti zone umide dell'Italia meridionale.

Media


Non sono presenti media correlati