Questo sito contribuisce alla audience di

Marković, Franjo

poeta e autore teatrale croato (Križevci 1845-Zagabria 1914). Fu professore di filosofia all'ateneo di Zagabria. A venti anni terminò il suo primo poema epico-autobiografico, La patria e il mondo, pubblicato solo nel 1883, con ballate e romanze varie, nel volume Dai giorni della giovinezza, che rivela l'influsso del romantico polacco Adam Mickiewicz. Seguì il poema epico Kochan e Vlasta (1868), ambientato in pieno Medioevo e di tono dichiaratamente romantico. Per il teatro Marković scrisse le tragedie in versi Carlo da Durazzo (1872) e Benko Bot (1872), derivato da Grillparzer, e il dramma storico in prosa Zvonimir (1877). Importante fu l'opera teorica di Marković, comprendente una serie di saggi critici sulla letteratura croata e culminante nello Sviluppo e sistema dell'estetica generale (1903).

Media


Non sono presenti media correlati