Questo sito contribuisce alla audience di

Mascardi, Agostino

letterato italiano (Sarzana 1590-1640). Gesuita, fu espulso dall'ordine, ma rimase al servizio di papi e cardinali. Il suo nome è legato al trattato Dell'arte istorica (1636), in cui delinea la tecnica storiografica, facendo largo posto alla “ragion di Stato”, concepita secondo i dettami della Controriforma, e attribuendo notevole importanza allo stile, nel quadro di una concezione umanistica della storia. Ispirandosi a Sallustio, scrisse anche La congiura del conte Giovanni Luigi de' Fieschi (1629). Lasciò infine 4 libri di poesie latine (Silvae, 1622), le Prose volgari (1625) e numerosi discorsi.

Media


Non sono presenti media correlati