Questo sito contribuisce alla audience di

Merènda, Giusèppe

architetto italiano (Forlì 1687-1767). Dopo aver completato i suoi studi di architettura civile e militare a Bologna, fu prima a Roma e poi a Malta nel 1723, dove eseguì lavori di fortificazione. Tornato a Forlì, vi eresse numerosi edifici di carattere civile e religioso (palazzo Reggiani; biblioteca; chiese del Ravaldino e del Suffragio), riuscendo a integrare il linguaggio barocco dell'architettura locale con elementi di derivazione palladiana.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti