Questo sito contribuisce alla audience di

Minèrbe

comune in provincia di Verona (41 km),16 m s.m., 29,69 km², 4588 ab. (minerbesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro del basso Veronese, situato alla sinistra dell'Adige. Di origine romana, fu possesso nel sec. X dei vescovi di Verona, che lo concessero poi in parte al monastero di San Michele di Campagna. Libero comune nel 1199, fu feudo dei Bevilacqua sotto le signorie degli Scaligeri (sec. XIII) e di Venezia (1405). § Tra i molti monumenti e ville signorili si segnalano il palazzo Beghinatus (sec. XVII), di forme barocche, villa Burzio-Frattini (sec. XIV e ampliata nel XVIII), villa Spolverini-Buri-Bernini, in tipico stile veneto rinascimentale, la pieve di San Zeno (1035), che conserva un fonte battesimale del 1454, e la chiesetta di Santa Maria, nella quale si trova un affresco del 1441. La parrocchiale è del 1821-48. § L'agricoltura dà frumento, ortaggi, frutta e foraggi per l'allevamento bovino. L'industria opera nei settori metalmeccanico, elettrotecnico, alimentare, dei materiali lapidei, del mobile, delle arti grafiche e della lavorazione del legno.