Questo sito contribuisce alla audience di

Mitèlli, Agostino

pittore e incisore italiano (Battedizzo, Bologna, 1609-Madrid 1660). Padre di Giuseppe Maria, fu allievo dapprima di B. Miniati, poi del Dentone, caposcuola dei quadraturisti bolognesi. Eseguì affreschi a Ravenna (palazzo arcivescovile), a Bologna (cappella Guidotti in S. Domenico), Modena (S. Biagio), Sassuolo (Palazzo Ducale), Firenze (Palazzo Pitti), Roma (Palazzo Spada), riproponendo di volta in volta, in fantastiche e scenografiche varianti, un tipo di decorazione in cui la quadratura architettonica, fortemente illusiva, e la scena allegorica si fondono con sontuoso gusto barocco. Chiamato a Madrid da Filippo IV (1650), affrescò le Storie di Pandora nel Gran Salone del palazzo reale.