Questo sito contribuisce alla audience di

Mocònesi

comune in provincia di Genova (43 km), 132 m s.m., 16,17 km², 2561 ab. (moconesini), patrono: Sacro Cuore di Gesù (terza domenica di settembre).

Centro situato nell'alto bacino del torrente Lavagna. Feudo dei conti di Lavagna, il territorio fu coinvolto nelle vicende della val Fontanabuona fino al 1147, quando, dopo la disfatta dei Fieschi a Mezzanego, fu sottomesso alla Repubblica di Genova. § In località Gattorna la chiesa di San Giacomo conserva all'interno un trittico del 1578. A Ferrada si trova la chiesa di Sant'Anna, riedificata nel 1641. § Il comune è parte del distretto della lavorazione dell'ardesia di Cicagna-Fontanabuona. Vi operano anche imprese nei settori alimentare, vetrario, delle materie plastiche e della lavorazione del legno; al giocattolo (la cui industria è attiva dagli inizi del Novecento) è dedicato a Gattorna un piccolo museo. L'agricoltura è rivolta alla coltivazione dell'olivo, della vite, degli alberi da frutto e degli ortaggi; sono inoltre attivi la floricoltura e l'allevamento. È frequentata località di villeggiatura estiva (in particolare nella pittoresca Gattorna).