Questo sito contribuisce alla audience di

Mondàvio

comune in provincia di Pesaro e Urbino (42 km da Pesaro), 280 m s.m., 29,48 km², 3851 ab. (mondaviesi), patrono: san Michele (29 settembre).

Centro su una collina della valle del fiume Cesano. Le prime notizie documentate risalgono al sec. XIV, quando divenne capoluogo di vicariato. Fu possesso di Pandolfo Malatesta (1314), di Sigismondo Malatesta (1446), dei Piccolomini e dei Della Rovere; nel 1631 tornò a far parte dello Stato Pontificio. § La rocca, fatta costruire da Giovanni della Rovere, è completa di mastio, torrioni, mura e porte, un vero capolavoro di arte fortificata di Francesco di Giorgio Martini (1482). Pregevoli la collegiata dei Santi Pietro e Paterniano e la chiesa di San Francesco, con facciata in cotto e campanile affusolato. § L'agricoltura dà cereali, uva e barbabietole da zucchero. Sono presenti alcune industrie che operano nei settori delle confezioni per l'infanzia e dei materiali da costruzione.