Questo sito contribuisce alla audience di

Monsampiètro Mòrico

comune in provincia di Fermo, 289 m s.m., 9,62 km² , 744 ab. (monsampietrini), patrono: san Pietro (29 giugno).

Centro posto nell'alta valle del fiume Ete Vivo. Citato per la prima volta in un documento del 1061, nel 1217 si sottomise spontaneamente a Fermo e ne seguì le vicende storiche. Nel 1407 fu occupato dalle truppe del vicelegato della Marca e di Bernardo da Varano; fu sotto una breve signoria di Carlo Malatesta (1415-16). § Al centro del paese si erge un castello merlato risalente al 1061. Nel cimitero è la chiesa romanica di San Paolo, del sec. XIII. Nella frazione di Sant'Elpidio, la chiesa omonima conserva sull'altare maggiore un polittico, opera, nei tre pannelli centrali, di Vittore Crivelli. § L'economia è in prevalenza agricola (cereali, ortaggi, frutta, olive e uva da vino). Alcune aziende artigiane operano nei settori calzaturiero, dell'abbigliamento, edilizio e dei materiali da costruzione.