Questo sito contribuisce alla audience di

Montappóne

comune in provincia di Fermo, 370 m s.m., 10,37 km², 1787 ab. (montapponesi), patrono: san Giorgio (24 aprile).

Centro posto nel Subappennino marchigiano, nel bacino superiore del torrente Ete Morto. Feudo della famiglia Nobili, nel sec. XIV fu distrutto dai fermani. Ricostruito nel 1371, si sottomise poi a Fermo, di cui condivise le vicende storiche.§ Interessante il nucleo medievale, dove si trova l'oratorio del Sacramento, con portale del Trecento in forme romaniche e affresco absidale di Vincenzo Pagani. La parrocchiale di Santa Maria in Castello ha una tela attribuita al Pomarancio. È sede del Museo del Cappello, con attrezzi e macchinari d'epoca ancora funzionanti. § Tradizionale e di grande prestigio sono la lavorazione della paglia e la produzione di borse e cappelli, largamente esportati all'estero. Di rilievo l'agricoltura (cereali, uva da vino e foraggi) e l'allevamento di bovini e suini.