Questo sito contribuisce alla audience di

Mora, Terézia

scrittrice tedesca (Sopron, Ungheria, 1971). Un'aura magica pervade i racconti del volume Seltsame Materie (1999; Strana materia), che hanno segnato il clamoroso debutto della scrittrice di origine ungherese, residente dal 1990 a Berlino, e che le sono valsi l'assegnazione del Premio Bachmann 1999 della Città di Klagenfurt. Scritti in uno stile originalissimo che riduce tutto, e in primo luogo le emozioni, al minimo, essi tematizzano la miseria, la sporcizia, la malattia e l'alcolismo in un mondo ostile e privo di futuro. Protagonista di tanti racconti è l'acqua, l'acqua del Danubio sul quale si affaccia un villaggio anacronistico, quello della sua infanzia, sotto la dittatura comunista, che con le sue imposizioni accentua il senso di solitudine e di estraneità dell'autrice. Nel 2004 pubblica Alle Tage (Tutti i giorni) vincitore della Fiera del Libro di Lipsia nel 2005 e il cui titolo è un omaggio alla scrittrice Ingeborg Bachmann.

Collegamenti