Questo sito contribuisce alla audience di

Negro Renaissance

loc. angloamericana (propr., rinascita negra). Movimento letterario afroamericano, sviluppatosi a Harlem negli anni Venti (detto anche Black Renaissance e New Negro o Rinascimento di Harlem), in seguito all'esodo delle masse rurali afroamericane verso le città industriali del Nord, che intensificò le tensioni razziali e portò a una presa di coscienza della vanità dei tentativi degli intellettuali afroamericani per integrarsi al mondo dei bianchi americani. Lo spirito dominante di questo movimento fu quindi la ricerca di una nuova definizione dei valori della razza. Liberatisi dall'auto-commiserazione, dal moralismo patetico e anche dalla buffoneria e dal dialetto, trasmessi dalla scuola dei minstrels, gli autori afroamericani espressero la rivolta contro l'ingiustizia della loro sorte, denunciarono la civiltà occidentale che li opprimeva, affermarono la dignità dell'uomo di colore in quanto tale, difendendone la libertà di espressione, il diritto al lavoro, all'eguaglianza e al rispetto, assunsero la propria cultura nelle sue due componenti essenziali: passato africano e schiavitù. Finirono per identificare la classe con la razza, aderendo alla lotta contro la borghesia. Il primo frutto di tale movimento apparve nell'antologia The New Negro, pubblicata da Alain Locke nel 1925. I suoi massimi rappresentanti sono: James Langston Hughes, Claude McKay e Countee Cullen.

Media


Non sono presenti media correlati