Questo sito contribuisce alla audience di

Onifèri

comune in provincia di Nuoro (20 km), 478 m s.m., 35,62 km², 959 ab. (oniferesi), patrono: sant’ Anna (26 luglio).

Centro situato in una conca collinare nel medio bacino del fiume Tirso. Sorto in una regione di insediamenti preistorici, appartenne nel Medioevo (sec. XI) alla curatoria di Dore, nell'ambito del Giudicato di Torres. Dopo la conquista aragonese (sec. XIV) fu concesso in feudo ai Carroz, poi (1617) incluso nel Marchesato di Orani di cui seguì le sorti fino all'abolizione dei feudi (1839).Nel territorio vi sono numerose strutture preistoriche tra cui il complesso di domus de janas di Sas Concas e alcuni nuraghi ben conservati.§ L'economia si basa sull'allevamento di ovini e caprini (favorito da estesi pascoli), con produzione casearia, su coltivazioni di cereali e su attività artigianali.§ Molto noto e frequentato è il rito del Funerale di Cristo, durante la Settimana Santa, detto S’iscravamentu.

Media


Non sono presenti media correlati