Questo sito contribuisce alla audience di

Tìrso

fiume (lunghezza 150 km; bacino 3100 km²) della Sardegnacentrale, il maggiore dell'isola, tributario del golfo di Oristano. Nasce al confine tra le province di Sassari e di Nuoro, a 880 m s.m. dall'altopiano di Buddusò, e nel suo tratto montano riceve vari affluenti, fra cui il rio Murtazzolu, da destra, il rio Liscoi, il fiume Taloro e il rio Mannu, da sinistra. Poco a valle di Fordongianus il Tirso entra nella pianura del Campidanosettentrionale, che attraversa conservando sempre la stessa direzione NE-SW, finché sbocca, dopo aver lambito la città di Oristano, nella parte settentrionale del golfo di Oristano, dove ha formato un piccolo delta. Il tratto centrale del suo corso è stato sbarrato nel 1923 dalla diga di Santa Chiara, con la formazione del lago Omodeo. Altre dighe, costruite anche lungo alcuni affluenti, hanno aumentato considerevolmente la disponibilità d'acqua utilizzabile sia per la produzione di energia elettrica sia per l'irrigazione. Anticamente Thyrsus.

Media


Non sono presenti media correlati