Questo sito contribuisce alla audience di

P'eng Te-huai

maresciallo e uomo politico cinese (Hsiangt'an hsien, Hunan, 1898-forse 1976 o 1977). Dedicatosi all'azione rivoluzionaria, nel 1928 si iscrisse al Partito Comunista Cinese divenendone un brillante capo militare (conquista di Ch'angsha, 1930). Con Chu Teh diresse, in seguito, la Lunga Marcia. Entrato nel 1934 nel Comitato Centrale del PCC, fu vicecomandante dell'VIII Armata nella guerra contro i Giapponesi (1937-45) e capo di Stato Maggiore dell'Armata popolare di Liberazione dal 1946 al 1949. Comandante dei Volontari di Corea (1950-53), fu delegato della Cina alla Conferenza di Panmunjeom (27 luglio 1953) e nel settembre 1955 fu elevato al grado di maresciallo. Ministro della Difesa, nell'VIII Congresso fu rieletto membro del Politburo del Comitato Centrale del partito, ma nel 1958 fu rimosso dall'incarico ministeriale e sostituito da Lin Piao per divergenze con la linea di Mao Tse-tung. Nel 1978 il Comitato Centrale del partito ne ha riabilitato la personalità.

Media


Non sono presenti media correlati