Questo sito contribuisce alla audience di

Pòrto San Giórgio

comune in provincia di Fermo, 4 m s.m., 8,57 km², 15.869 ab. (sangiorgesi), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Cittadina del litorale adriatico tra le foci dei fiumi Ete Vivo e Tenna. Il nucleo più antico, con vie strette e tortuose, si raccoglie a W della statale adriatica, mentre l'abitato più recente si estende sulla costa. In origine piccolo villaggio di pescatori, divenne fortezza nel sec. XI con il nome di Castel San Giorgio. Nel 1167 passò ai vescovi di Fermo e nel 1267 al comune della città, che edificò la rocca a difesa del porto, uno dei più importanti dell'Adriatico. Alla fine del sec. XVIII si separò da Fermo e assunse il nome attuale. § Il monumento principale è la rocca, eretta nel 1276, con mastio e torri guelfe; vi sono inoltre l'arco gotico e la torre merlata, resti delle mura del porto, la chiesa del Suffragio (sec. XVII), il Teatro Comunale del 1817, la neoclassica villa Bonaparte (inizi del sec. XIX) e il quartiere Marina con numerosi villini liberty. § La pesca caratterizza da sempre l'economia locale, ma la principale fonte di reddito è il turismo, favorito da efficienti attrezzature portuali, ricettive e sportive. Nel paese operano anche varie industrie nei settori alimentare, cartario e meccanico.

Media


Non sono presenti media correlati