Questo sito contribuisce alla audience di

Pónt-Canavése

comune in provincia di Torino (48 km), 451 m s.m., 19,43 km², 3778 ab. (pontesi), patrono: san Costanzo (21 settembre).

Centro del Canavese, situato all'incontro delle valli dei torrenti Orco e Soana. I conti del Canavese, di Valperga e di San Martino se ne contesero il possesso per circa tre secoli, finché lo acquistarono i Savoia (1450). Nel 1562 Emanuele Filiberto ne riconfermò gli statuti del sec. XIII.§ Si ritiene che le torri Ferranda e Tellaria siano elementi superstiti delle fortificazioni costruite da Arduino d'Ivrea. La parrocchiale di San Costanzo, edificata nel 1646 sui resti di un antico castello, conserva un organo ligneo intagliato di stile barocco. Sul monte Oliveto sorge l'antica parrocchiale di Santa Maria in Doblazio, eretta nel sec. XVII sulle rovine di una costruzione romanica.§ L'industria è attiva nei comparti metallurgico, meccanico e tessile, fiorenti già nel sec. XIX, e nei più recenti settori energetico, della lavorazione del legno e delle materie plastiche. Importante il turismo estivo.§ Il Museo delle Materie Plastiche, aperto nel 1996, offre una panoramica sulla storia e sull'evoluzione di questi materiali: espone attrezzature d'epoca e prodotti finiti, fra cui oggetti in bachelite e celluloide (fine sec. XIX e inizi sec. XX).

Media


Non sono presenti media correlati