Questo sito contribuisce alla audience di

Paisij di Hilandar

prosatore bulgaro (Bansko ca. 1722-Zograf ca. 1773). La figura e l'opera di Paisij segnano concordemente la nascita della letteratura e della coscienza nazionale della Bulgaria moderna. Monaco dapprima nel convento di Hilandar sull'Athos e poi in quello di Zograf, portò qui a termine, nel 1762, la sua Storia slavo-bulgara la quale, al di là della dipendenza dalle versioni russe delle opere del raguseo Mauro Orbini e del Baronio, si caratterizza per il suo acceso patriottismo nonché per la decisa avversione al clero greco e a ogni moda esterofila. Con Paisij le nascenti forze economiche e culturali riscoprono e giustificano, nel recupero della visione di un passato potente e glorioso, una nuova dignità nazionale. L'opera di Paisij ebbe prestissimo una diffusione straordinaria. La sua lingua costituisce una struttura intermedia tra quella dei Damaskini e il bulgaro moderno, ma conserva cospicui tratti dello slavo ecclesiastico.

Collegamenti