Questo sito contribuisce alla audience di

Palomónte

comune in provincia di Salerno (63 km), 550 m s.m., 28,30 km², 4115 ab. (palomontesi), patrono: san Biagio (3 febbraio).

Centro della media valle del fiume Sele. Nel territorio è stato rinvenuto materiale archeologico d'età romana. Il borgo, distrutto dai Goti e più volte assalito dai Saraceni, appartenne a Pietro di Maino, ai Gesualdo, ai Ligniti e nel sec. XVIII ai Parisano. Fu danneggiato nel terremoto del 1980. § Sviluppati sono l'agricoltura (frumento, mais, olive, uva e frutta), l'allevamento bovino, bufalino, ovino e avicolo e l'apicoltura. Ricca è la produzione lattiero-casearia e attività industriali sono presenti nei settori farmaceutico, alimentare e dei serramenti.