Questo sito contribuisce alla audience di

Paròdi Lìgure

comune in provincia di Alessandria (41 km), 330 m s.m. 12,50 km², 721 ab. (parodiesi), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro dell'Alto Monferrato, allungato su una dorsale collinare alla sinistra del corso superiore del torrente Albedosa, lungo l'antica via del sale. Parte della Marca obertenga (sec. XI), passò agli Zueta fino al 1158, quando fu ceduto al comune di Genova, che lo fortificò. Vi dimorò la potente famiglia Guarco, da cui discese Niccolò Guarco, doge di Genova. Subì un assedio durante la guerra di successione spagnola (sec. XVII). § Delle fortificazioni, distrutte dagli spagnoli, rimangono pochi resti. Il palazzo Guarco è una costruzione quattrocentesca. Nei pressi del torrente Albedosa sorge la chiesa di San Remigio (sec. XII). § L'economia è basata sull'agricoltura; si coltivano cereali, foraggi e soprattutto pregiati vigneti (gavi e barbera DOC); si pratica l'allevamento di bovini da latte. Sono attive piccole aziende artigianali, che operano nei settori alimentare (specialità tipiche) e dei serramenti.