Questo sito contribuisce alla audience di

Pariati, Piètro

poeta e librettista italiano (Reggio nell'Emilia 1665-Vienna 1733). Segretario del governatore di Modena, fu incarcerato sotto l'accusa di tradimento, ma riuscì a fuggire. Nel 1699 iniziò a Venezia l'attività di librettista, dapprima in collaborazione con A. Zeno, poi da solo, conquistandosi una fama che gli valse la nomina di poeta cesareo a Vienna nel 1714. Mantenne il titolo fino alla morte, pur cedendo nel 1729 l'incarico a Metastasio. Tra i suoi libretti più noti furono l'Ambleto (indipendente dalla tragedia di Shakespeare, 1706), l'intermezzo Don Chisciotte in Sierra Morena (1719), Alessandro in Sidone (1721).

Collegamenti