Questo sito contribuisce alla audience di

Paxton, Steve

danzatore, coreografo e maestro di danza statunitense (Tucson, Arizona, 1939). Allievo di M. Cunningham e danzatore nella sua compagnia dal 1961 al 1964 seguiva, contemporaneamente, le lezioni di composizione coreografica organizzate dal Cunningham Studio e impartite da Robert Dunn, musicista e allievo di J. Cage. È stato fra i fondatori, nel 1962, del Judson Dance Theater e fra i protagonisti, con Y. Rainer, L. Childs, S. Forti, T. Brown (in gran parte allievi di Dunn) di quel vasto movimento di rinnovamento del modernismo americano detto post-modern dance. Ha messo a punto una propria originale tecnica di lavoro sul corpo detta contact-improvisation, che sfrutta principalmente l'energia e le modalità di contatto fra i danzatori per produrre danze non organizzate secondo un particolare criterio formale ma legate piuttosto ai ritmi interiori di movimento degli interpreti. Ha lavorato spesso in Europa, in particolare in Gran Bretagna e nei Paesi Bassi e all'inizio degli anni Ottanta anche in Italia, coniugando sempre le proprie apparizioni a seminari di contact-improvisation e formando così un largo numero di discepoli. Assente dalle scene nel decennio successivo, ha continuato la sua ricerca in forma appartata e solitaria senza rinunciare all'insegnamento. A metà degli anni Novanta torna sporadicamente e compare in veste di danzatore e coreografo in un duetto con T. Brown a Vienna, nel 1996, e ancora in coppia con la Nelson in Excavations continued.