Questo sito contribuisce alla audience di

Pemán, José María

autore teatrale, poeta e pubblicista spagnolo (Càdice 1897-1981). Collaboratore del giornale cattolico El Debate (1925), ha pubblicato libri di versi (da De la vida sencilla, 1923, Della vita semplice, fino al lungo poema Testamento, 1966), vari volumi di saggi politici, religiosi e giornalistici, numerosi racconti, novelle e romanzi. Si iniziò al teatro con El divino impaciente (1933; Il divino impaziente), sulla figura di San Francesco Saverio, cui seguirono molti altri drammi storici, commedie di costume, farse e tragedie (Edipo, Antigone). Fra i suoi maggiori successi si ricordano: La verdad (1947; La verità), Callados como muertos (1952; Silenziosi come morti), Los tres etcéteras de Don Simón (1958; Le tre eccetera di Son Simón), Tres testigos (1970; Tre testimoni) ed El horizonte de la esperanza (1970; L'orizzonte della speranza).