Questo sito contribuisce alla audience di

Piagge

comune in provincia di Pesaro e Urbino (32 km da Pesaro), 201 m s.m., 8,63 km², 970 ab. (piaggesi), patrono: san Vincenzo Ferreri (5 aprile).

Centro sul versante destro della valle del fiume Metauro. Fu fondato forse dai profughi della vicina città di Lubacaria, distrutta da Alarico; si emancipò dalla giurisdizione di Fano solo nel 1474, grazie ai Da Varano. Entrò nel vicariato di Mondavio, concesso da Leone X prima a Lorenzo de' Medici e poi a Fano. Conquistato al Ducato di Urbino dai Della Rovere, vi rimase fino all'annessione allo Stato Pontificio nel 1631. § Il nucleo antico è stretto da mura; nella chiesa di Santa Lucia vi sono una tela di G. F. Guerrieri e una di C. Magini; la torre campanaria è stata eretta su un torrione. Nella chiesa del Santissimo Sacramento è una tela attribuita alla scuola del Guercino. § L'economia è basata sull'agricoltura (cereali, barbabietole e pregiati vigneti DOC); il settore manifatturiero comprende imprese operanti nei settori metalmeccanico, tessile, del ferro battuto e del vetro.