Questo sito contribuisce alla audience di

Piansano

comune in provincia di Viterbo (35 km), 409 m s.m., 26,45 km², 2220 ab. (piansanesi), patrono: san Bernardino (20 maggio).

Centro dei monti Volsini, situato sul versante sudoccidentale del recinto craterico del lago di Bolsena. Possesso della Chiesa (sec. XII) e di Viterbo (sec. XIII), passò poi alla signoria dei Prefetti di Vico, agli Orsini e ai Farnese. Nel 1537 venne annesso al Ducato di Castro, tornando alla Chiesa nel 1649. ⿿ Nel borgo medievale spiccano alcuni edifici, tra cui il Palazzo Comunale con la “loggetta‿, un porticato in peperino, con terrazza in ferro battuto, colonne antropomorfe e capitelli zoomorfi. Notevoli, inoltre, la torre dell'Orologio, sormontata da un castelletto in stile borrominiano, la parrocchiale, di antica fondazione, ma rifatta in forme settecentesche, e la chiesa di Santa Maria (sec. XVIII). ⿿ L'economia si basa sull'agricoltura (cereali) e sull'allevamento ovino, con produzione di formaggi tipici. L'industria è presente nei settori dei mangimi e dei concimi, delle attrezzature agricole, dell'abbigliamento e delle borse.