Questo sito contribuisce alla audience di

Pietrapòrzio

comune in provincia di Cuneo (49 km), 1246 m s.m., 54,51 km2, 115 ab. (pietraporziesi), patrono: santo Stefano (3 agosto).

Centro situato nell'alta valle della Stura di Demonte. Appartenne ai signori di Vinadio, poi ai marchesi di Busca e ai marchesi di Saluzzo (1165); passò quindi sotto il dominio degli Angioini (1259-65 e 1305-47), ai marchesi del Monferrato e alla comunità di Aisone, finché nel 1606 fu annesso ai domini sabaudi. § Nella parte più antica dell'abitato sono ancora presenti alcune vecchie case, in pietra di tufo, ornate da aperture ad arco. La chiesa della Confraternita della Madonna del Carmine e la parrocchiale di Santo Stefano sono del sec. XVIII. § Praticati sono l'allevamento ovino (pecora sambucana) e lo sfruttamento dei boschi. Altre risorse provengono dall'agricoltura (cereali e patate), ma soprattutto dal turismo (villeggiatura estiva, escursionismo e sport invernali, tra cui lo sci di fondo). § In località Pontebernardo è nata la sciatrice Stefania Belmondo (1969).