Questo sito contribuisce alla audience di

Pignataro Interamna

comune in provincia di Frosinone (58 km), 69 m s.m., 24,56 km², 2447 ab. (pignataresi), patrono: san Salvatore (6 agosto).

Centro alla sinistra del fiume Liri. Antica città volsca, divenne colonia romana nel 312 a. C. (Interamna Lirenas). Devastato dagli Ostrogoti, appartenne nel Medioevo all'abbazia di Montecassino, che lo ripopolò con coloni balcanici. Subì danni nel terremoto del 1915 e nella seconda guerra mondiale. § L'abitato conserva resti delle terme romane, del foro e una necropoli volsca. Nei dintorni sono stati rinvenuti numerose terrecotte e due crani di Elephas antiquus, risalenti al Quaternario. La chiesa della Madonna dei Sette Dolori conserva affreschi del sec. XIV. § L'agricoltura produce cereali, frutta e foraggi per l'allevamento; completano il quadro economico aziende meccaniche e della lavorazione del legno.