Questo sito contribuisce alla audience di

Pletnëv, Pëtr Aleksandrovič

poeta e critico letterario russo (Tver, odierna Kalinin, 1792-Parigi 1866). Dal 1832 insegnò letteratura russa all'Università di Pietroburgo, di cui fu rettore dal 1840 al 1861. Amico intimo di Puškin, che gli dedicò il suo Eugenio Onegin, dopo la sua morte diresse (1838-46) la rivista Sovremennik (Il contemporaneo). Più che alle poesie, di modesta vena elegiaca, Pletnëv deve la sua fama ai saggi letterari. Dichiarato avversario di Belinskij, protesse Gogol, Nekrasov e Turgenev. Tra i suoi saggi più noti sono Lettera alla baronessa S. I. S. sui poeti russi (1824), Shakespeare (1837), Čičikov o le anime morte (1842), I. A. Krylov (1845).

Media


Non sono presenti media correlati