Questo sito contribuisce alla audience di

Plug and Play

loc. inglese (propr. connetti e gioca). In informatica, tecnologia progettata per permettere il riconoscimento automatico di una scheda e la sua configurazione automatica nel sistema operativo. È stata introdotta verso la metà degli anni Novanta del sec. XX da Microsoft insieme con altre aziende, per i computer che operavano con il sistema operativo Windows. Con il progressivo adeguarsi di piastre madri, schede di controllo e sistemi operativi, la tecnologia si è diffusa anche anche ad altri ambienti, come Linux. I componenti hardwarePlug and Play contengono informazioni e codici di identificazione che possono essere letti dal sistema operativo, che è quindi in grado di impostare automaticamente l'interrupt e l'indirizzo di memoria al quale accedere per la gestione di un componente hardware, oltre a individuare il devicedriver del dispositivo riconosciuto. Se quest'ultimo è memorizzato nel data base dei dispositivi gestiti dal sistema operativo, viene installato automaticamente. In caso contrario, all'utente viene solamente chiesto di indicare da quale supporto di memoria deve essere letto il driver, per poterne completare la configurazione e utilizzarlo correttamente.